Eroine di e con Marina Pierri – 10 ottobre

Una serie TV può cambiare la percezione di intere nazioni su tematiche sociali, scientifiche, politiche, relazionali, dando voce a persone che nella nostra società sono ancora invisibili, a cui non viene mai data la parola.
Il grande merito di Marina Pierri è la capacità di mettere insieme mondi che fanno fatica a parlarsi: quello del femminismo intersezionale e quello della psicologia del profondo.
In Eroine, Marina Pierri prende il testimone da una vasta letteratura filosofica, cinematografica e psicologica, e compie un’operazione ancora inedita: pur parlando del potere delle storie, mette al centro proprio la potenza dei personaggi delle serie TV, mostrando il loro valore archetipico.

MARINA PIERRI, scrittrice e critica televisiva, collabora con numerose testate tra cui «Corriere della Sera». Si occupa di linguaggi televisivi e rappresentazione di genere nei media audiovisivi, insegna, è co-autrice del podcast Tutte col Tutù ed è co-fondatrice e direttrice artistica di FeST – Il Festival delle Serie Tv di Milano. Ha partecipato alle antologie Tutte le ragazze avanti! (ADD) e The Game Unplugged (Einaudi).
Dialoga con l’autrice: Maria Carmela Sciacca, libraia.