Emergenza coronavirus: tutta l’Italia chiusa a casa

“I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti”. Con queste parole il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato l’estensione su tutto il territorio nazionale delle misure già in atto da alcuni giorni in Lombardia e in 14 province di Piemonte, Veneto e Emilia Romagna.
Inoltre, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e delle università è stata prorogata al 3 aprile; sospese tutte le attività sportive compresa la Serie A di calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *