Al Castello Ursino Classica&Dintorni

Catania – Dall’1 al 4 ottobre è in programma la 17esima edizione della rassegna di musica da camera, organizzata dall’associazione Darshan di Mario Gulisano, in collaborazione con Alkantara Fest, e con la direzione artistica del Maestro Ketty Teriaca. Sono quattro gli appuntamenti con il festival Classica&Dintorni che si svolgeranno  a Castello Ursino e che da giovedì a domenica, sempre alle ore 21, andranno in scena con un lungo weekend di musica da camera che vedrà alternarsi vari gruppi – dal duo al quartetto – nel Museo Civico catanese, alla presenza della statua di Ignazio Paternò Castello, principe di Biscari, l’archeologo e mecenate che giganteggia nel maestoso “Salone delle Armi”.
“Progettare il cartellone 2020 di Classica & Dintorni – afferma  la pianista e direttore artistico Ketty Teriaca, che suonerà il 3 ottobre con l’Umbria Ensemble, con cui di recente ha tenuto un concerto in Svizzera – con tutte le criticità, le incognite e i possibili imprevisti legati all’emergenza sanitaria in corso è stata un’impresa titanica alla quale Darshan non si è voluta sottrarre anche in questo annus horribilis per il mondo della cultura. Da docente di pianoforte, durante i mesi di lockdown con le lezioni in video per gli allievi del Conservatorio di Palermo, ho vissuto con loro il disagio della distanza e soprattutto della mancata condivisione delle emozioni che genera una performance artistica dal vivo: che sia un concerto, uno spettacolo teatrale, una mostra d’arte, un recital letterario. È mancata la condivisione, qui e adesso, di quelle vibrazioni e percezioni che ci fanno risuonare insieme alla gente, anche perfetti sconosciuti. Per questo, sia pure in forma ridotta, e senza gli apprezzati incontri pre-concerto – condotti con successo dal prof. Giuseppe Montemagno per gli approfondimenti musicologici e interpretativi con gli artisti – abbiamo messo a punto una mini stagione di quattro concerti, sempre al Castello Ursino e stavolta ad ingresso gratuito grazie al supporto degli Assessorati al Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana e quello alla Cultura del Comune di Catania, ai quali va la gratitudine nostra e del nostro affezionato pubblico”.Ecco il corposo programma. Si inizia
giovedì 1 ottobre  con il duo di flauto e pianoforte di Salvatore Vella e Carmine Calabrese e un programma con musiche di Beethoven e Tchaikovsky e due partiture di flautisti – l’italiano Briccialdi e il francese Borne – vissuti nel XIX secolo.Si prosegue venerdì 2 ottobre è di scena l’Umbria Ensemble con un quartetto composto dalla flautista svizzera Myriam Hidber Dickinson, Luca Ranieri alla viola, Cecilia Berioli al violoncello e Ketty Teriaca al pianoforte. Il programma di sala prevede brani di Gluck, Bruch, von Weber, Elgar, Franz Grill per chiudere con il contemporaneo Marco Betta.Poi sabato 3 ottobre si torna al duo con il clarinetto di Michele Carulli e il pianoforte di Serena Chillemi per un esibizione sonora che, dai fraseggi protoromantici di Schumann, attraverso Saint-Saens e Brahms, giungerà alle sonorità più contemporanee di Nino Rota, il compositore milanese famoso  e popolare  anche per le simbiosi artistiche con registi come Federico Fellini, Luchino Visconti e Zeffirelli per i quali scrisse le colonne sonore di film divenuti  capolavori della storia del cinema  İtaliano. Chiude questa bella  rassegna, domenica 4 ottobre, con il concerto del Trio Chorikoi ed i soprani Martina Licari e Martina Mazzola che, accompagnate al pianoforte da Gianbartolo Porretta, ci faranno assaporare le affascinanti musiche delle più celebri arie d’opera. Da Mozart con brani dalle Nozze di Figaro, Così Fan Tutte e il monumentale Don Giovanni; al Romeo e Giulietta e Faust di Gounod; quindi la romanza l’Amor Funesto di Donizetti; e La Ricordanza di Bellini. In scaletta anche Mendelssohn e Weill.
I concerti hanno inizio alle ore 21 e l’ingresso  è gratuito  gratuito.