Tempesta sulla Tecnis, arrestati tutti i vertici

“Si tratta di un’operazione particolarmente significativa, perché questa indagine che è stata condotta in un arco temporale particolarmente contenuto, come noi auspichiamo in questo tipo di indagini, ci ha fornito un quadro probatorio particolarmente consistente che evidenza l’attività predatoria che è stata compiuta dagli imprenditori che gestivano la Tecnis Spa”. Le persone che sono state raggiunte dalla misura degli arresti domiciliari sono i due fratelli Concetto e Orazio Bosco, Mimmo Costanzo e Gaspare Di Paola”. Così il Procuratore della Repubblica di Catania, Carmelo Zuccaro, aprendo la conferenza stampa relativa all’operazione odierna condotta dai militari della Guardia di Finanza e del Nucleo di Polizia Valutaria. L’accusa nei confronti dei quattro è, in concorso, di bancarotta fraudolenta per distrazione. Infatti, secondo quanto emerso dalle indagini, i vertici della Tecnis Spa avrebbero messo in atto “ripetute condotte illecite” nella gestione dell’azienda. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno anche effettuato sequestri di beni pari a 94 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *