Stagione balneare chiusa ma sospesi canoni concessioni

Stagione balneare che è ormai a rischio quest’anno e da quando si apprende sono anche stati sospesi tutti i lavori di campionature delle acque. L’avvio che previsto per legge dal primo maggio è rinviato a data da destinarsi sulla base delle iniziative di contenimento del contagio da Covid 19, che sono state prese dall’assessorato alla Salute. Sono stati sospesi, per adesso, anche tutti i lavori di campionatura delle acque.
Da questo punto di vista i gestori delle strutture balneari saranno esonerati per l’anno 2020 dal pagamento dei canoni delle concessioni demaniali marittime poiché la stagione non inizierà sicuramente e anche se dovesse partire in ritardo gli incassi saranno modesti. Infatti questa norma che decide la moratoria è stata messa nella nuova finanziaria d’emergenza che il governo Musumeci intende presentare.
A tale proposito l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, salvatore Cordaro, dichiara: “Non sappiamo ancora se la stagione risulterà completamente compromessa ma, in ogni caso, l’esonero dal pagamento dei canoni demaniali potrà contribuire ad agevolare la ripresa economica delle attività turistico-balneari. Un settore che, al pari di tantissimi altri, inevitabilmente subirà un forte contraccolpo da ciò che stiamo vivendo. Nessuno, comunque, sarà abbandonato e, se necessario, studieremo nuove e più importanti misure di sostegno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *