Il “Black History Month” degli afroamericani a Aci San Filippo

Si è svolto nel plesso centrale dell’Istituto Comprensivo “Sebastiano Scandura” di Aci San Filippo, nell’ambito del progetto di volontariato linguistico culturale Community Relations della Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella (NAS), un evento che ha celebrato il “Black History Month” ovvero il mese tradizionalmente dedicato alla storia degli afroamericani che si tiene a febbraio negli USA e in Canada. L’evento è stato presentato dal un gruppo di marinai americani, accompagnato dal Responsabile Relazioni Esterne della NAS americana Alberto Lunetta e dal cappellano evangelico della base americana della NAS Sigonella Ryan Albano. Dopo essere stati accolti dal Preside, prof. Roberto Maniscalco e dai docenti di lingua inglese, gli ospiti americani hanno incontrato i studenti delle terze medie presentando loro le personalità più rappresentative della Storia afro-americana come ad esempio lo scrittore e storico Carter Woodson, noto come il “padre della storia nera”, che introdusse questa commemorazione nel 1926; l’amatissimo leader del movimento per i diritti civili e per l’integrazione razziale Martin Luther King nonché il leggendario pugile e attivista per i diritti di uguaglianza Muhammad Ali il quale riconquistò il titolo di Campione del Mondo dei Pesi Massimi dopo averlo perso per via giudiziaria a causa della renitenza alla leva dovuta alla sua conversione all’Islam. I volontari americani hanno anche parlato del compianto campione di basket Kobe Bryant, prematuramente scomparso insieme alla giovanissima figlia, della “regina del soul” Aretha Franklin e di Michael Jackson. Non sono mancati accenni al primo presidente afroamericano Usa Barack Obama ed alla conduttrice, attrice e filantropa statunitense Oprah Winfrey. Alla presentazione è seguito un breve dibattito durante il quali gli studenti hanno fatto diverse domande ai marinai afroamericani sul tema del razzismo e dell’uguaglianza. “Si è trattato di un evento linguistico interculturale non solamente volto ad approfondire la conoscenza della cultura afroamericana ma una vera e propria riflessione sull’intolleranza razziale e sulla disuguaglianza”, ha spiegato Lunetta. “Sono molto soddisfatto di questo nuovo evento che i miei studenti hanno condiviso con i volontari americani della NAS Sigonella con la quale abbiamo instaurato una proficua collaborazione di attività didattiche integrative” ha dichiarato il preside Maniscalco. Nei prossimi giorni , i militari della NAS Sigonella torneranno in questo istituto per ulteriori iniziative didattico-linguistiche focalizzate sullo sport e la sana nutrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *