Coronavirus, in Sicilia si vede la luce in fondo al tunnel

I dati odierni segnano nell’isola un ottimo risultato: con quasi 2000 tamponi effettuati i soggetti positivi sono stati solo 10. Si è ormai vicini alla cosiddetta “soglia zero” poiché si conferma e consolida la discesa del contagio. La Sicilia raggiunge infatti il livello più basso di aumento di contagiati mai raggiunto fino ad oggi con +34 pari a un +1.36%. Due settimane fa si cresceva del 5% mentre la settimana scorsa si era al 3%.
Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 17 di oggi (mercoledì 15 aprile), in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.
Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 39.867 (+1.990 rispetto a ieri). Di questi sono risultati positivi 2.535 (+34), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 2.081 persone (+10), 273 sono guarite (+18) e 181 decedute (+6). Degli attuali 2.081 positivi, 590 pazienti (-15) sono ricoverati – di cui 49 in terapia intensiva (-4) – mentre 1.491 (+25) sono in isolamento domiciliare.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 128 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 116 (17, 11, 10); Catania, 595 (124, 65, 65); Enna, 294 (176, 24, 22); Messina, 366 (132, 46, 37); Palermo, 325 (71, 44, 24); Ragusa, 59 (6, 4, 5); Siracusa, 86 (56, 60, 12); Trapani, 112 (8, 17, 5).
Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani.
Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute per contenere la diffusione del virus. Per ulteriori approfondimenti visitare il sito dedicato www.siciliacoronavirus.it o chiamare il numero verde 800.45.87.87.
Buone notizie anche dal resto d’Italia. Il numero dei contagiati è aumentato soltanto dell’1,6% giornaliero. Il punto più basso mai raggiunto fino ad oggi: tre settimane fa l’incremento era del 9%, due settimane fa era del 4,5%, la settimana scorsa era del 3%, questa settimana è sotto al 2%. Il dato più significativo è però la discesa oramai definitiva dei ricoverati in terapia intensiva oggi 3079 con una diminuzione di 1000 unità rispetto a dieci giorni fa (-25%). I morti sono 578 un numero costante nell’ultima settimana ma questo, purtroppo, sarà l’ultimo dato ad abbassarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *