Coronavirus: dai politici ci si aspetta sobrietà e ragionevolezza

Inondati da informazioni h 24 sul contagio si perde naturalmente il lume della ragione e l’ansia assale anche chi è tranquillo e sereno. La diffusione di presunte news è davvero una cosa che non si può più frenare e tutto ciò continuerà per mesi. Naturalmente è necessario l’impatto di prescrizioni da seguire per evitare che questa pandemia divenga sempre più grave e pesante specie per il nostro servizio sanitario di grande livello ma non adeguato a questa emergenza assoluta in particolar modo al sud Italia. Ma una riflessione fuori campo bisogna farla su chi ogni giorno tra i politici che postano sui social. contate considerazioni o osservazioni che poi spesso vengono smentite dagli stessi nello spazio di poche ore. Ad un certo livello occorre sobrietà e ragionevolezza invece si assiste al solito valzer propagandistico per fare breccia con il consenso su una popolazione angosciata e sgomenta. Così sono criticabili non solo le indecisioni del governo che ha agito, comunque, al meglio rispetto ad situazione assolutamente nuova che diveniva sempre più pesante e imprevedibile. Mentre ci sembrano note stonate che lasciano basiti, soprattutto, che chi fa politica e va all’estero, come ad esempio, quei personaggi “evangelici” che non trovano di meglio che criticare aspramente chi sta cercando di gestire nella cabina di regia l’intera drammatica vicenda. Ora sarebbe opportuno che in questo momento dopo che l’OMS ha dichiarato che il nostro Paese si è mosso bene anche le altre Nazioni si muovessero all’unisono ascoltando i tecnici e una volta tanto tutti gli Stati pensassero alla tutela della vita, della salute e non alla difesa del profitto. Così mi auguro che dopo questa enorme tragedia nazionale anche i “ricconi” di questa nostra Patria contribuissero in maniera prioritaria a risanare la voragine finanziaria che ci sarà. Ma mi scuso subito poiché penso che questa ultima idea sia soltanto una pia illusione che resterà inascoltata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *